Costi di recesso troppo alti: Sky condannata a rimborsare gli utenti

Il Tribunale di Roma ha condannato Sky Italia a restituire ai suoi ex utenti le penali di recesso anticipato che questi ultimi hanno pagato nel periodo aprile 2007-settembre 2008.
Infatti l’autorità giudiziaria, su ricorso di un utente patrocinato da una associazione dei consumatori, ha ritenuto illegittimo il pagamento del costo di recesso addebitato (che è variabile a seconda dei casi da 270 a 900 euro, a seconda dei pacchetti di trasmissioni attivati dall’utente) sulla base delle disposizioni del Decreto Bersani, che prevede che l’utente debba pagare costi di recesso pari a quelli sostenuti dall’operatore per disattivare il servizio.
Il Tribunale ha accertato che la somma da pagare sia di euro 11,4, e pertanto tutti coloro che hanno pagato costi superiori hanno diritto al rimborso.
La sentenza, pur essendo dell’aprile scorso, è stata resa nota solo ora, ed in questi giorni stanno giungendo le lettere agli utenti che hanno diritto al rimborso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: