Nuovi aumenti dei prezzi dei carburanti: le compagnie si accorgono solo dell’aumento del prezzo del petrolio

In questi giorni tutte le compagnie, come di consuetudine in questo periodo, stanno aumentando i prezzi dei carburanti nei distributori (la benzina è giunta in media ad 1,34 euro al litro, Shell a 1,35, il gasolio ad 1,16 euro).
Le compagnie giustificano tale aumento con l’aumento del prezzo del petrolio sui mercati internazionali.
Ma come mai si accorgono solo di questo è non dell’apprezzamento dell’euro sul dollaro (passato da 1,40 ad 1,43); eppure in questo modo il prezzo del petrolio dovrebbe rimanere costante, se non scendere.
Come al solito le compagnie sanno solo adeguarsi agli aumenti del prezzo della materia prima e ne approfittano per aumentare i loro margini di guadagno sui carburanti.
Si chiede un intervento urgente del Governo che da un lato verifichi come mai l’adeguamento ai prezzi del petrolio sia solo in aumento (soprattutto in questo periodo) e avvii una seria politica di liberalizzazione delle stazioni di vendita, anche attraverso la grande distribuzione.
In tal modo si permetterebbe agli automobilisti di risparmiare, tramite una riduzione del costeo del carburante di circa 8-10 cents al litro, circa 100 euro all’anno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: