Nuove tariffe autostradali da gennaio

Dal 1 gennaio 2010 scattano le nuove tariffe dei pedaggi autostradali; l’Anas infatti, in attuazione degli accordi con le società concessionarie ha proposto la misura degli adeguamenti tariffari, che per Autostrade per l’Italia è pari al 2,4%
Quest’ultima fa sapere che tali aumenti sono dovuti ad adeguamenti all’inflazione (per l’1,54%) e per 0,86% relativi agli investimenti effettuati. Per le altre società invece gli adeguamenti sarebbero dovuti ad adeguamenti non riconosciuti negli anno scorsi.
In particolare sono stati riconosciuti i seguenti aumenti:
Ativa S.p.A. 6,23%
Autostrade per l’Italia S.p.A. 2,40%
Autostrada del Brennero S.p.A. 1,60%
Brescia-Padova S.p.A. 6,56%
Centropadane S.p.A. 0,74%
CISA S.p.A. 1,76%
Fiori S.p.A. 1,15%
Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. 1,41%
Tangenziale di Napoli S.p.A. 2,17%
RAV S.p.A. 0,94%
SALT S.p.A. 1,50%
SAT S.p.A. 2,11%
Autostrade Meridionali (SAM) S.p.A. 1,43%
SATAP Tronco A4 S.p.A. (Novara Est-Milano 15,83%; Torino-Novara Est 15,29%)
SATAP Tronco A21 S.p.A. 9,70%; SAV S.p.A. (Autostrada 1,36%; Raccordo Gran S. Bernardo 1,04%)
SITAF S.p.A. 2,35%
Torino-Savona S.p.A. 1,47%
Strada dei Parchi S.p.A. 4,78%

Ancora un volta chiediamo che il Governo fermi questi aumenti che arrivano puntuali ad ogni inizio di anno, piuttosto che utilizzare risorse per fare regali ai grandi imprenditori, come fatto nell’ultima finanziaria.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: