Energia: dal 1 luglio parte la tariffa bioraria per tutti

giugno 28, 2010

Dal 1 luglio scattano le tariffe energetiche biorarie per tutti gli utenti domestici, anche coloro che non hanno scelto un gestore del libero mercato e sono rimasti utenti dell’ex gestore monopolista Enel.

Queste nuove tariffe prevedono dei costi diversi a secondo dei momenti della giornata (più economica dalle 19 alle 8, sabato, domenica e festivi e più costosa dalle 8 alle 19 dal lunedì al venerdì) e verrano introdotte gradualmente nei primi 18 mesi, in modo che i consumatori possano capire i vantaggi e le novità che questo tipo di tariffazione apporta ai loro consumi.

Secondo l’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas, adeguando i consumi alle nuove tariffe gli utenti potranno avere dei risparmi in termini di costi in fattura.

Coloro che invece hanno già scelto un gestore del mercato libero non saranno interessati da questo cambiamento, pur potendo anche loro scegliere come già era previsto precedentemente di cambiare la loro tariffa in quella bioraria.

Speriamo vivamente che tale cambiamento avvenga in modo regolare e corretto e che porti effettivamente ad un riduzione dei costi per gli utenti, già gravemente danneggiati dagli ultimi aumenti di tutti i beni e servizi

Annunci

Acqua rossa: finalmente interviene la Regione Puglia

giugno 27, 2010

A seguito del nostro intervento, con cui chiedevamo a tutte le autorità competenti (Regione Puglia, Acquedotto Pugliese, Provincia di Lecce, comuni interessati) di intervenire per risolvere il problema dell’ “acqua rossa” che scorre dai rubinetti di numerosi comuni pugliesi, soprattutto salentini, la Regione Puglia interviene per tentare di risolvere il problema.

Infatti nei giorni scorsi l’Ufficio Utilizzazione Risorse Idriche dell’Area Politiche per l’ambiente, le reti e la qualità urbana – Servizio Risorse Naturali, ha chiesto all’Acquedotto Pugliese di relazionare sull’accaduto e di indicare le iniziative che vorrà adottare in merito a tale situazione.

Finalmente un primo passo è stato fatto per arrivare alla soluzione di questa incresciosa situazione, indegna di un paese civile: per la ns associazione e per tutti i cittadini che vivono questa situazione è una piccola vittoria.                   Ma non ci fermeremo fino a che queste popolazioni non avranno di nuovo accesso all’acqua potabile; la nostra associazione che vuole tutelare i diritti “negati” non lascerà soli questi cittadini fino a che non sarà risolto il problema


Il TAR Puglia blocca le trivellazioni petrolifere nei mari pugliesi

giugno 25, 2010

Il TAR Puglia ha accolto il ricorso della Regione Puglia contro il decreto di autorizzazione rilasciato dal Ministero dell’Ambiente alla compagnia petrolifera inglese Northern  Petroleum per trivellazioni finalizzate alla ricerca di giacimenti petroliferi al largo delle Coste di Monopoli (BA).

In particolare i giudici amministrativi hanno accolto i profili di illegittimità denunciati dalla Regione Puglia sulle autorizzazioni richieste dalla compagnia , basati sulla considerazione che la stessa ha richiesto diverse autorizzazioni per un ristretta area, senza tener conto delle disposizioni legislative che prevedono che per la richiesta di valutazione di impatto ambientale si tenga conto del contesto ambientale complessivo in cui verranno effettuate le operazioni.

Siamo contenti che finalmente i cittadini pugliesi possono riappropriarsi del loro mare e delle loro coste e speriamo che tale decisioni eviti che si compia uno scempio nei nostri mari, che danneggerebbe l’ecosistema marino del sud barese e la qualità della vita dei cittadini stessi.


Ancora aumenti del costo del gas: è inaccettabile, si intervenga

giugno 24, 2010

Dal 1° luglio aumenterà ancora il costo del gas: secondo i calcoli effettuati l’aumento dovrebbe pesare sulle famiglie per circa 33 euro l’anno: una ulteriore piccola tassa per le famiglie già duramente provate dalla crisi economica.

Chiediamo che si intervenga per fermare un ulteriore inaccettabile prelievo dalle tasche degli utenti e ci chiediamo come l’Autorità per l’Energia possa aver avallato una tale decisione.
Servono inoltre maggiore concorrenza con regole certe e che si realizzi il taglio dell’IVA al 10% in modo da alleviare i costi in bolletta


Rc auto: in Italia costano il doppio di Francia e Germania

giugno 9, 2010

La relazione annuale dell’Isvap denuncia che il costo dei premi relativi alle rc auto è doppio rispetto agli altri paesi europei: infatti in Italia il premio medio è di euro 407, mentre in Germania è di 222 euro, 172 in Francia  e 229 in Spagna.

Negli ultimi otto anni inoltre, l’aumento è stato quasi triplo rispetto agli media degli aumenti registrati nel resto d’Europa (il 17,9% contro il 7,1%).

Il presidente dell’ente ha inoltre affermato che l’aumento delle polizze non è una soluzione adeguata a risolvere la crisi del settore; l’Ania risponde che i premi sono aumentati a causa dell’aumento dei costi delle compagnie.

Secondo noi questi aumenti non sono in alcun modo giustificabili; chiediamo che si intervenga per bloccare le tariffe ed aprire ad una maggiore concorrenza, visto il cartello ormai creato dalle maggiori compagnie, più volte sanzionate per questo dall’Antitrust.


Acqua rossa a Melendugno (LE): partono le nostre iniziative

giugno 8, 2010

E’ ormai da troppo tempo che i cittadini del paese di Melendugno (LE) sono impossibilitati ad utilizzare l’acqua che scorre dai rubinetti delle proprie case.

Infatti da analisi svolte da ARPA, ASL Lecce ed istituti privati è emerso che quest’acqua contiene tracce di ferro fino a 90 volte i limiti stabiliti per legge (da ciò deriva la colorazione rossa che presenta).

Circa il 90% dei melendugnesi non utilizza l’acqua del rubinetto proprio per tali motivi, ma è costretto dall’acquedotto pugliese a pagare costosissime bollette per un servizio di cui non può usufruire, mentre secondo le disposizioni vigenti per le utenze di acqua non potabile, come in questo caso, i prezzi non possono superare il 50% delle tariffe previste per l’acqua potabile.

E’ vergognoso che migliaia di cittadini non possano avere accesso ad un bene come l’acqua pur dovendone pagare i costi; la ns. associazione, che crede fermamente nell’acqua come bene pubblico fondamentale per la vita umana che deve essere a disposizione di tutti i cittadini, porterà all’attenzione delle autorità competenti il problema che affligge da tempo i cittadini melendugnesi e di vaste zone del Salento al fine di risolvere questa tragica situazione, che in pratica nega alla popolazione uno dei diritti più importanti della nostra civiltà.


Riprende la circolazione ferroviaria sulla tratta Bari-Roma

giugno 7, 2010

Questa mattina è ripresa la circolazione ferroviaria sulla tratta Bari-Roma; alle 9.20 infatti è transitato sui nuovi binari ricostruiti presso la cittadina di Montaguto (AV) dopo la frana del marzo scorso il primo treno, il convoglio n. 9350 Lecce- Roma.

Fino al 14 giugno RFI ha però comunicato che i treni subiranno dei rallentamenti per permettere il completamento dei lavori, con un ritardo stimato dei tempi di viaggio calcolabili tra i 10 ed i 20 minuti circa.

Invece i treni regionali n. 8219 ed 8224 tra Napoli e Benevento continuano temporaneamente ad essere sostituiti del servizio autobus.

Finalmente si chiude questa incresciosa situazione che per quasi tre mesi ha isolato la Puglia da Roma, rendendo di fatto impossibili i collegamenti ferroviari tra le maggiori città pugliesi e la capitale.