Discarica di Lizzano: la Provincia di Taranto revochi il parere favorevole all’ampliamento

La nostra associazione interviene sulla questione che da tempo vede impegnati i cittadini di Lizzano, Fragagnano, Faggiano e Taranto ad opporsi all’ampliamento della discarica sita in località Palombara e gestita dalla ditta Vergine Srl.

In particolare la Provincia di Taranto, in sede di Conferenza di servizio che si sta svolgendo presso l’Assessorato all’Ambiente della Regione Puglia, ha espresso parere favorevole all’ampliamento mentre tutti gli altri enti ed associazioni di cittadini presenti si sono espressi in senso contrario.

In particolare l’ampliamento permetterebbe di poter accettare nella discarica rifiuti con concentrazioni di eluato 3 volte maggiori rispetto a

i parametri previsti dalla Tabella 5 del D.M. D.M. 3/08/2005, nonché i rifiuti con concentrazioni nell’eluato del parametro DOC con valori illimitato, per alcune tipologie di rifiuti.

In tal modo si avrebbe una destinazione della discarica per rifiuti misti non pericolosi con elevato contenuto sia di rifiuti organici o biodegradabili che di rifiuti inorganici con recupero di biogas.

I cittadini della zona, tramite le associazioni Attiva Lizzano, Comitato per l’Ambiente di Fragagnano hanno già più volte denunciato la presenza di esalazioni maleodoranti provenienti dalla discarica nei centri abitati (indice di presenza di gas tossici per la salute umana), la cui presenza aumenterebbe con con l’ampliamento della discarica, dalla quale vi sarebbe la dispersione di biogas.

Peraltro la discarica non sarebbe a norma per l’accogliemento di questi nuovi tipi di rifiuti.

Con il ns intervento sosteniamo le azioni svolte dalle associazioni di cittadini locali etorni sui suoi passi e chiediamo che la Provincia di Taranto ritiri il parere favorevole all’amplimento della discarica che porterebbe solo ulteriori danni all’ambiente e di conseguenza alla salute dei cittadini dei comuni della zona.

Peraltro per deliberare un ampliamento della discarica esistente ci sarebbe bisogno di una nuova Valutazione d’Impatto Ambientale, che valuti la pericolosità dell’operazione e pertanto ci sembra che l’assenso della Provincia di Taranto sia superficiale e dovuta ad una scarsa attenzione e conoscenza del problema: auspichiamo che in sede di conferenza di servizio prevalga il buon senso ed il diritto alla salute dei cittadini della provincia di Taranto.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: