Scendono i prezzi dei carburanti: ancora troppo poco

agosto 27, 2010

Questa settimana tutte le maggiori compagnie petrolifere hanno ridotto i prezzi dei carburanti: la prima è stata AGIP, seguita da API/IP, Shell fino ad arrivare a Tamoil che proprio oggi ha ribassato di 0,5 centesimi il prezzo della benzina e 0,4 centesimi il prezzo del diesel.

Oggi quindi i prezzi oscillano tra 1,37 euro al litro (Esso e Q8) ed 1,38 euro (le altre compagnie) per la benzina, mentre per il diesel i prezzi si assestano tra 1,23 euro al litro (Esso) ed 1,24 euro (le altre).

Riteniamo sia ancora troppo poco in rapporto ai ribassi del prezzo del petrolio; continua a verificarsi la doppia velocità nell’adeguamento dei prezzi, per cui quando il prezzo del petrolio sale le compagnie lestamente alzano i prezzi dei carburanti in proporzione, mentre quando il prezzo del petrolio scende, il costo dei carburanti invece non viene prontamente modificato, e comunque sempre in modo meno che proporzionale.

Chiediamo ancora una volta l’intervento del Governo ed una effettiva liberalizzazione del settore.


Anche ANAS blocca gli aumenti dei pedaggi autostradali

agosto 5, 2010

L’Anas ha comunicato alle società concessionarie di non far pagare agli automobilisti gli aumenti previsti dalla manovra a partire dal 1 luglio scorso.

Tale decisione avviene in applicazione dei provvedimenti dei TAR Lazio e Piemonte e del decreto del Consiglio di Stato che il 3 agosto ha respinto la richiesta di sospensione  presentata della stessa ANAS e della Presidenza del Consiglio del blocco degli aumenti deciso dai tribunali amministrativi.

Siamo soddisfatti di questa decisione ed ora chiediamo che vengano rimborsate gli automobilisti che dal 1 luglio hanno pagato il pedaggio maggiorato, altrimenti partiremo con le richieste di rimborso