Si fa sentire l’effetto Libia: aumenti record per benzina e gasolio

febbraio 25, 2011

Immediati gli effetti dell’aumento del prezzo del petrolio a causa della crisi libica: benzina e gasolio salgono a prezzi record, soprattutto i carburanti Eni.

Infatti la compagnia italiana ha ritoccato di due centesimi i prezzi di benzina e gasolio, giunti a 1,536 euro al litro per la benzina ed 1,426 per il gasolio (terzo rialzo nel giro di otto giorni).

Gli altri gestori hanno prezzi tra 1,521 euro per la benzina (Ip e Tamoil), 1,410 per il gasolio (Tamoil), mentre Esso e Q8 hanno aumentato di un centesimo il prezzo di benzina e gasolio.

Il gpl invece si attesta tra 0,789 euro al litro (Eni) e 0,799 per Q8.

Al sud gli aumenti sono ancora più elevati (in Campania si tocca 1,596 euro al litro per la benzina).

Chiediamo al Governo di intervenire prontamente per bloccare questa corsa al rialzo, controllando soprattutto i prezzi nel Meridione, che, anche per effetto delle accise locali, hanno raggiunto punte record.

Invitiamo gli automobilisti, se possibile, a servirsi delle “pompe bianche”, che registrano prezzi inferiori a quelli dei gestori tradizionali (in media 1,445 euro al litro per la benzina, 1,335 per il diesel, 0,771 euro al litro per gpl)


Registro delle opposizioni al telemarketing: istruzioni per l’uso

febbraio 4, 2011

Dal primo febbraio, grazie alle disposizioni della legge 166/2009, è stato liberalizzato il telemarketing, che permette agli operatori commerciali di “vessare” i cittadini con le loro proposte, a differenza della vecchia normativa che permetteva di contattare telefonicamente solo gli utenti che esprimevano il loro consenso (e contrariamente alle indicazioni del Garante della Privacy e della disciplina presente negli altri stati comunitari).

Da questo bel “regalo” del Governo, gli utenti hanno solo un modo di difendersi e non essere disturbati: aderire al Registro delle opposizioni, che permette a chi non vuole ricevere proposte telefoniche di iscriversi per non essere appunto disturbato.

I cittadini sono poco informati su questo, quindi vogliamo fare un po’ di luce su questa possibilità;
chi è interessato ad iscriversi al registro (gli intestatari di un utenza telefonica fissa) può effettuare la richiesta in modo gratuito secondo le seguenti modalità
1) compilazione del modulo telematico sul sito http://www.registrodellopposizioni.it;

2) via raccomandata a.r. indirizzata a :
“GESTORE DEL REGISTRO PUBBLICO DELLE OPPOSIZIONI – ABBONATI”
UFFICIO ROMA NOMENTANO
CASELLA POSTALE 7211
00162 ROMA RM

3) via fax al numero: 06.54224822

4) via e-mail all’indirizzo: abbonati.rpo@fub.it

5) tramite telefonata al numero verde 800.265.265 (per parlare con un operatore è attivo il call center sempre allo stesso numero)

L’iscrizione ha durata indeterminata ma può essere in un qualsiasi momento revocata con le stesse modalità di iscrizione.

Inoltre le aziende che effettuano telemarketing d’ora in poi dovranno comunicare all’utente l’esistenza di questo registro e le modalità di iscrizione, nel caso non vogliano più ricevere informazioni pubblicitarie via telefono.

Nel caso registriate anomalie da parte degli operatori commerciali, comunicatecelo ed avvieremo le opportune segnalazioni alle autorità competenti.