La Cassazione dice si al quesito sul nucleare

La Corte di Cassazione ha oggi sancito la validità del quesito sul nucleare, nonostante sia intervenuta la legge n. 74 del 26.05.2011 (conversione del decreto legge n. 34 del 31.03.2011) che di fatto abrogando le norme oggetto del quesito referendario, rischiava di invalidarlo.

Il quesito sarà comunque modificato, (nonostante siano già stampate le schede e gli italiani residenti all’estero abbiano già votato sul vecchio quesito) è sarà il seguente:

Volete che siano abrogati i commi 1 e 8 dell’articolo 5 del dl 31/03/2011 n.34 convertito con modificazioni dalla legge 26/05/2011 n.75?“.

Giustamente i cittadini avranno modo di esprimersi sul folle progetto del ritorno al nucleare che questo governo ha deciso, cercando di truffare i cittadini con una legge vergogna pur di evitare la sconfitta al referendum.

Quindi andiamo tutti a votare SI il 12 e 13 giugno, per sventare questo disegno che danneggerebbe solo l’ambiente e la nostra salute, alla luce di quanto è recentemente successo in Giappone, a favore di una fonte energetica inutile e costosa.

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: