Webcube H3G: disservizi e bollette gonfiate

novembre 13, 2013

Numerosi utenti ci stanno segnalando gravi disservizi con Webcube, l’apparecchio H3G da inserire in una presa telefonia per navigare in internet senza limiti.

Il contratto di abbonamento di Webcube prevede che a fronte di un canone fisso mensile, l’utente possa navigare senza limiti in modalità senza fili. Purtroppo però gli utenti stanno riscontrando che l’apparecchio indirizza verso siti a pagamento, e si trovano loro malgrado, a ricevere fatture “gonfiate” di diverse centinaia di euro.

Un ennesimo tentativo di far pagare agli utenti somme diverse da quelle previste dal contratto, una situazione gravissima secondo il nostro presidente, Avv. Francesco Saverio Del Buono, che invita gli utenti a contestare queste fatture, rivolgendosi alla nostra associazione al numero 3480086073 ed all’indirizzo email unicons@hotmail.it , per avviare le procedure di storno o di rimborso di queste somme illegittimamente richieste agli utenti.

Annunci

Scattano nuovi aumenti per energia elettrica e gas

luglio 1, 2012

Da oggi 1 luglio scattano gli aumenti per energia elettrica (+0,2%) e gas (+2,6%).

L’aumento contenuto per l’energia è dovuta al calo del prezzo del petrolio, le cui previsioni sono al ribasso anche per il secondo semestre dell’anno.

Mentre per il gas l’aumento delle tariffe deriva dalla crescita del prezzo della materia prima; da ottobre però l’entrata in vigore del nuovo meccanismo di adeguamento del prezzo della materia prima, che permetterà di trasferire ai clienti del mercato tutelato i vantaggi della ponderazione dei prezzi di breve e lungo termine, mettendoli al riparo da improvvisi rialzi del costo del gas naturale a fini speculativi.

 

Questo rialzo del gas però dovrebbe comportare un maggiore esborso per le famiglie di circa 32 euro all’anno, mentre per l’energia elettrica la spesa rimarrà pressochè stabile (la variazione in aumento è di circa 1 euro).


Nuova stangata sulle bollette energetiche: dal 1 aprile + 5,8% per l’energia elettrica e + 1,8% per il gas

marzo 31, 2012

Nuova stangata sulle bollette energetiche: da domani scatta infatti l’aumento del 5,8% sull’energia elettrica e dell’1,8 % sul gas, come deciso dall’Autorità per l’energia elettrica ed il gas che ha aggiornato i prezzi per il trimestre aprile – giugno 2012.

Questo aumento è dovuto all’aumento del prezzo del petrolio, dai maggiori costi dai maggiori costi per il mantenimento  in equilibrio del sistema e dall’andamento della borsa elettrica anche a causa dell’emergenza freddo di febbraio.

La bolletta dell’energia elettrica però potrebbe appesantirsi ulteriormente dal prossimo mese di maggio di un ulteriore 4%, come aggiornamento degli incentivi alle fonti rinnovabili, arrivando ad un totale di quasi il 10% in due mesi.

In termini economici, in media dall’inizio dell’anno il costo delle bollette energetiche è aumentato di 100 euro a famiglia, una somma inaccettabile in tempi di crisi come quelli in cui viviamo.

Come è possibile gravare ancora sulle famiglie a favore di chi specula sull’aumento del prezzo delle materie prime? Come è possibile che i cittadini debbano pagare gli incentivi alle fonti rinnovabili?

Con gli aumenti chi ci guadagna sono gli speculatori e lo Stato, con le accise, contributi e tasse che finiscono per appesantire ulteriormente le bollette; chiediamo che intervenga il Governo ad eliminare dalle fatture tutte le voci superflue e vessatorie per gli utenti.

 


Aumenti per luce, gas ed autostrade

dicembre 31, 2011

Sarà un capodanno pesante per i consumatori italiani: infatti da domani scattano gli aumenti per energia elettrica (+4,9%), gas (+2,7%) ed autostrade (+3,1%).

A questi rincari si aggiungerà l’IMU, che entrerà in vigore con il nuovo anno, aumenti nei costi dei servizi bancari, quello di benzina e gasolio, ormai inarrestabili, trasporto pubblico.

Si può calcolare una spesa per le famiglie di circa 200o euro in più all’anno: in un momento di grave crisi come questo le famiglie vengono duramente colpite ancora una volta; chiediamo che il Governa  intervenga su questi aumenti, la situazione è insostenibile, con agevolazioni sui consumi di beni primari quali energia elettrica e gas.


Antitrust sanziona Apple per mancata informazione sulla garanzia

dicembre 28, 2011

L’Autorità garante per la concorrenza ed il mercato ha sanzionato il gigante dell’elettronica Apple per complessivi 900 mila euro per pratiche commerciali scorrette a danno dei consumatori.

In particolare l’Autorità ha accertato la non piena applicazione della garanzia legale biennale e ” le informazioni poco chiare sugli ambiti di copertura dei servizi di assistenza aggiuntiva a pagamento offerti da Apple ai consumatori”.

Per la prima violazione, sanzionata per 400 mila euro il gruppo Apple non ha fornito ai clienti corrette informazioni sulla garanzia biennale prevista per legge, riconoscendo solo la garanzia annuale del produttore.

Per la seconda, sanzionata, con 500 mila euro, le informazioni sulla garanzia erano tali da indurre i consumatori a stipulare un contratto aggiuntivo a pagamento, servizio in parte corrispondente ai diritti previsti dalla legge, che l’azienda era obbligata a fornire gratuitamente.

Oltre a cessare i comportamenti scorretti, Apple dovrà indicare sulle confezioni dei servizi AppleCare Protection Plan, in modo da fornire esaurienti informazioni sulla garanzia prevista per legge.


Illegittime le card abbinate alla tessera del tifoso

dicembre 15, 2011

Il Consiglio di Stato ha sancito l’illegittimità del sistema della tessera del tifoso, cosi come adottato dalle società calcistiche, in quanto rappresenta una pratica commerciale scorretta.

Il sistema contestato non è quello della tessera del tifoso in se (che non viene assolutamente intaccata nella propria validità) ma l’abbinamento di questa a carte prepagate emesse da banche ed istituti finanziari, che influisce sulle scelte economiche dei tifosi / utenti bancari (il tifoso è costretto per ottenere la tessera del tifoso ed accedere agli incontri della propria squadra a sottoscrivere un contratto per il rilascio della carta di credito).

Le società non potranno pertanto più obbligare i tifosi a sottoscrivere la carta per ottenere la tessera del tifoso.

 


Portabilità del numero mobile in un solo giorno

dicembre 1, 2011

Con un provvedimento adottato ieri, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM) ha stabilito che la portabilità di una utenza mobile tra i vari gestori debba avvenire in un solo giorno, recependo così le ultime direttive europee in materia.

Nel caso di ritardi nel trasferimento inoltre, gli utenti avranno diritto ad un indennizzo, che potrà essere richiesto con metodi non onerosi (via telefono o email) al nuovo gestore).

Siamo soddisfatti di questa nuova possibilità per gli utenti, con annesso diritto ad indennizzo nel caso di ritardo. Ci auguriamo che i gestori prontamente si adeguino a questa normativa.