Abi proroga sospensione dei mutui fino al 31 gennaio 2012

luglio 26, 2011

Il termine per la presentazione delle domande di sospensione dei mutui è prorogato fino al 31 gennaio 2012: questo è l’esito dell’accordo tra ABI e le principali associazioni dei consumatori.

L’accordo prevede che gli eventi per i quali viene richiesta la sospensione dovranno verificarsi entro il 31 dicembre 2011; la proroga, si legge in una nota, è resa necessaria dalla particolare congiuntura economica per aiutare le famiglie che si trovano in situazioni di momentanea difficoltà.

Secondo gli ultimi dati disponibili, al 31 maggio 2011 sono stati sospesi 46.308 mutui per un controvalore di circa 5,5 miliardi di euro.

Annunci

In arrivo taglio alle commissioni per Bancomat e RID

ottobre 6, 2010

Sono in arrivo riduzioni per i costi di Bancomat, Pagobancomat, RID e pagamenti con ricevuta bancaria: è quanto prevede un impegno di Abi e Consorzio Bancomat accettato dall’Antitrust e che pone fine alle istruttorie aperte in merito propriò dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
I tagli vanno dal 4% della commissione per PagoBancomat sul valore della transazione media (mentre la componente fissa passa da 0,13 a 0,12 euro), al 3,4% della commissione per i prelievi presso gli sportelli Bancomat (da 0,58 a 0,56 euro), al 36% della commissione interbancaria RID, che scende così a 0,16 euro.
La commissione per quest’ultima operazione sarà azzerata dal 1 novembre 2012, per allinearsi alla disciplina europea.
Le spese per il RID veloce passano da 0,35 a 0,26 euro per operazione, mentre la commissione RiBa per disposizione di incasso passa da 0,57 a 0,46 euro.
L’Autorità afferma che tali commissioni , che riguardano i rapporti tra banche ed andranno ad incidere sulle condizioni economiche applicate alla clientela, sono state determinate “applicando il principio di efficienza economica e rappresentano livelli che non potranno essere modificati in aumento”.

Accogliamo con favore queste modifiche che andranno sicuramente ad abbattere i costi delle operazioni bancarie per la clientela, ma dobbiamo purtroppo notare come sia solo l’intervento dell’Antitrust a permettere ai consumatori di ottenere condizioni contrattuali più corrette, senza che siano le aziende stesse, in questo caso le banche, ad autoregolamentarsi ed offire costi più contenuti agli utenti.


Operativo solo formalmente il Fondo di solidarietà per i mutui: si adotti al più presto il regolamento di attuazione

settembre 7, 2010

Dopo 18 mesi di attesa, è entrato in funzione solo formalmente il Fondo di solidarietà per i mutui: infatti manca ancora il regolamento di attuazione, e pertanto non può essere nominato il gestore del fondo nè il Ministero del Tesoro può emettere il relativo disciplinare.

In dettaglio l’istituzione del Fondo prevede che le famiglie in sofferenza economica e con un reddito non superiore a 30 mila euro (secondo i calcoli ISEE) possano rivolgersi alla banca con la quale hanno in corso un mutuo per la prima casa e chiedere la sospensione del pagamento delle rate per massimo 18 mesi senza alcun costo per il cliente; l’intera procedura per ottenere la sospensione non potrà durare più di 30 giorni dal momento di presentazione della domanda.

Ora è opportuno emanare immediatamente il regolamento di attuazione ed aumentare la dotazione del fondo, in quanto i 20 milioni di euro previsti basteranno per poco più di 3000 famiglie circa, troppo poco vista la grave crisi economica che coinvolge le famiglie italiane; secondo noi servirebbero almeno 100 milioni di euro.