Esauriti gli incentivi

novembre 24, 2010

Sono finiti in questi giorni gli incentivi per dieci categorie di prodotti che erano ripartiti il 3 novembre scorso con una dotazione di 110 milioni di euro (la campagna era già partita con una prima tranche nel mese di aprile).

A farla da padrone alla fine sono state le richieste per incentivi per macchine agricole e movimento terra (56,7 milioni), stampi per scafi da diporto (20, 7 milioni), mentre meno richieste hanno riscosso gli incentivi per motocicli (4,5 milioni), cucine componibili (5,2 milioni), connessioni a banda larga (6,9 milioni), elettrodomestici, in visibile difficoltà ( 3,7 milioni). In tutto, tra aziende e consumatori, i 107 milioni hanno finanziato 214.375 acquisti.

Ora però rimane ancora aperto il nodo dei rimborsi ai venditori che hanno anticipato gli incentivi, nella prima (quella partita ad aprile) e nella seconda fase.


Incentivi: dal 3 novembre si riparte

ottobre 27, 2010

Il ministro delle Attività Produttive ha disposto la creazione di un fondo unico di 110 milioni di euro con il quale dal 3 novembre prossimo saranno erogati gli incentivi già proposti dall’aprile scorso su dieci categorie di prodotti

– motocicli;

– cucine componibili complete di elettrodomestici ad alta efficienza energetica;

– elettrodomestici ad alta efficienza energetica;

– immobili ad alta efficienza energetica;

– internet veloce per i giovani;

– rimorchi e semirimorchi;

– macchine agricole e macchine movimento terra;

– gru a torre per edilizia;

– componenti elettrici ed elettronici;

– nautica da diporto;

Tale fondo è costuito dalle rimanenze degli incentivi non erogati in alcuni settori che hanno avuto meno richieste, e permetterà invece di erogare ulteriori incentivi nei settori che hanno visto esaurire i fondi a disposizione in pochi giorni (come i motocicli).
Fino a tale data i contributi saranno erogati con le stesse modalità utilizzate sino ad ora; successivamente come già detto il fondo sarà unico (e pertanto sarà bene informarsi se in quel settore siano ancora disponibili risorse).
Contestualmente sono state avviate le procedure per il pagamento dei contributi ai venditori.

Accogliamo positivamente questa notizia, che permetterà di usufruire dei contributi sopratutto nei settori che avevano ricevuto più richieste e che avevano visto esaurire i fondi in poco tempo, lasciando molti consumatori purtroppo senza aiuti per l’acquisto dei beni incentivati.


Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo su gli incentivi

aprile 6, 2010

Oggi è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo sugli ecoincentivi, che partiranno il 15 aprile prossimo (e ricordiamo riguarderanno ciclomotori, cucine domestiche, abbonamenti ad internet veloce, case ecologiche, prodotti industriali e motori marini).

Consigliamo ai consumatori che vogliono usufruire di tali incentivi di pagare solo un acconto e confermare l’acquisto solo dopo che il venditore ha verificato la disponibilità dei finanziamenti, che sono limitati.
In particolare per i ciclomotori sono stati stanziati 12 milioni di euro (di cui 10 per i veicoli a motore tradizionale, e 2 per quelli con motore ibrido od elettrico); una cifra irrisoria, e che secondo le stime dell’Ancma, l’associazione che raggruppa i costruttori italiani di motocicli, dovrebbe esaurirsi in sole 2 settimane.

Avvertiamo inoltre i consumatori di accertarsi del prezzo del prodotto onde evitare rialzi che si potrebbero verificare in questo periodo e che vanificano lo sconto dovuto all’incentivo.